Emissioni: lʼUE chiede una parte dei ricavi ma la Slovacchia è indecisa

  • July 26, 2019

undefined La Slovacchia non ha ancora preso una posizione sulla proposta della Commissione europea di inviare il 20% dell’utile derivante 

dalla vendita delle quote di emissione al bilancio UE. La Slovacchia invierebbe 280-558 milioni di euro al bilancio dell’UE degli anni 2021-2027, in base al costo delle quote. Il prezzo è aumentato da 5 euro per tonnellata nel 2016 a 18 euro per tonnellata nel 2018 e agli attuali 29 euro per tonnellata. Lo scorso anno, la Slovacchia ha raccolto 230 milioni di euro dalla vendita delle quote e non ha ancora deciso come utilizzare tale somma. Lo Stato potrebbe utilizzare questo importo per sovvenzionare gli investimenti “verdi” delle industrie. 
La Slovacchia sostiene un’altra idea della Commissione Europea, cioè l’imposizione di una nuova tassa sullo smaltimento della plastica non riciclabile che aumenterebbe il bilancio dell’Unione europea. La tassa, pari a 0,80 centesimi per kg smaltito, o a 54 milioni di euro per anno, verrebbe pagata dai produttori di imballaggi di plastica. Non sorprende il fatto che i produttori di imballaggi di plastica non siano d’accordo con la Commissione europea, temendo un aumento dei costi.

Sources: euractiv.sk; euractiv.sk
 Indietro