Coronavirus/ Rientrati gli italiani da Wuhan

  • February 4, 2020

undefined

Un connazionale non è stato fatto imbarcare poiché aveva la febbre.

È atterrato ieri mattina all’aeroporto militare di Pratica di Mare l'aereo che ha riportato a casa i nostri connazionali da Wuhan, città focolaio dell'epidemia di coronavirus in Cina.
La Farnesina ha espresso la propria soddisfazione con un tweet in cui ha parlato di "un successo del lavoro di squadra" tra i Ministeri degli Affari Esteri, della Difesa e della Salute.
Il volo, un aereo KC-767A del 14° Stormo dell’Aeronautica Militare, era partito ieri dall’Italia, dopo il via libera delle autorità cinesi, ed è poi ripartito in piena notte da Wuhan con 56 italiani a bordo. Un connazionale che sarebbero dovuto tornare in Italia non è stato fatto imbarcare poiché aveva la febbre. È rimasto a Wuhan per la tutela degli altri passeggeri - questo prevede il protocollo internazionale – ed è seguito attentamente da personale medico, dell'Ambasciata d’Italia a Pechino e del Ministero degli Esteri cinese. Anche l’Unità di Crisi della Farnesina è in stretto contatto con la famiglia.

Gli italiani atterrati invece a Pratica di Mare riceveranno ogni assistenza nelle strutture allestite per l'emergenza. Dopo i controlli medici che saranno effettuati sul posto, saranno trasferiti al campus olimpico militare della Cecchignola, dove verranno sottoposti ad un periodo di quarantena per due settimane, il tempo massimo di incubazione del virus.

Fonte: aise.it

 Torna alla pagina principale e leggi tutte le ultime notizie. Visita news.camit.sk