Martedì 26 maggio: aggiornamenti coronavirus

  • May 26, 2020

undefined Si continuano a registrare pochissimi nuovi casi. Il numero dei decessi rimane ancora invariato.

Ieri, lunedì 25 maggio, i nuovi casi positivi al Covid-19 sono stati solo due, i guariti sono stati nr.15 e, ancora una volta, non si sono registrati decessi. I tamponi effettuati nella giornata di ieri sono stati 1464. Il totale delle persone positive al virus sale a 1513, i guariti salgono a 1322 e il numero delle vittime rimane nuovamente invariato (28).

Il governo mercoledì revocherà alcune restrizioni dovute alla pandemia, principalmente per i ristoranti la distanza di due metri tra i tavoli sostituirà gli attuali 15 mq per cliente ospitato. I centri fitness, i quali sindacati hanno indetto ieri una protesta rallentando il traffico sull'autostrada di Bratislava, saranno autorizzati ad aprire mercoledì prossimo, così come tutte le altre strutture al coperto. Cinema e teatri sono autorizzati ad aprire a partire da domenica 31 Maggio.

Da mercoledì 27 maggio chi viaggia dalla Slovacchia verso Repubblica Ceca, Austria, Ungheria, Polonia, Croazia, Slovenia, Germania e Svizzera e rientra entro 48 ore non dovrà presentare un tampone negativo e non andrà in quarantena. Si raccomanda di verificare quanto richiedono i Paesi in cui si viaggia in quanto buona parte dei Paesi elencati richiedono ancora la presentazione di un tampone covid-19 negativo in entrata.

Il nuovo sistema di quarantena elettronica è già utilizzato da 1.302 persone, 740 delle quali erano già in quarantena nelle strutture statali. Le strutture statali potrebbero svuotarsi completamente entro la fine di questa settimana.

Gli uffici del lavoro hanno inviato aiuti ad imprese e liberi professionisti per 96 milioni di euro. Questi sono soprattutto i contributi per il mese di marzo, l'assistenza per il mese di aprile inizierà ad essere rimborsata a breve.

Secondo il piano di ripresa economica da 500 miliardi di euro proposto da Germania e Francia, la Slovacchia sarebbe un contribuente netto del Fondo di ripresa economica, questo secondo l'analisi di ZEW, un istituto tedesco.

Solo sette paesi dell'Europa meridionale sarebbero destinatari netti, principalmente Grecia, Italia, Spagna e Francia.

La casa automobilistica britannica Jaguar Land Rover è in trattativa con il governo per ottenere un prestito da 1 miliardo di sterline. JLR, di proprietà dell'Indiana Tata Motors, ha registrato un calo delle vendite del 30% nell'ultimo trimestre. Il suo impianto di Nitra, che impiaga 2.800 lavoratori, ha ripreso la produzione il 18 maggio.

fonte: aktuality.sk, trend.sk, aktuality.sk, dennikn.sk, hnonline.sk, dennikn.sk,dennikn.sk

foto: ilmessaggero.it




 Torna alla pagina principale e leggi tutte le ultime notizie. Visita news.camit.sk

Le notizie più lette