ITALIA ENTRA TRA I PAESI SICURI OVE VIAGGIARE: SEMAFORO VERDE.

  • July 2, 2020

undefined "Questo è un elenco di paesi in cui vi è un rischio minore di viaggiare", ha detto il primo ministro.

Dopo una riunione del consiglio degli epidemiologi, il Primo Ministro Igor Matovič ha informato che Italia, Paesi Bassi, Belgio, Francia, Spagna , Australia, Corea del Sud, Cina e Nuova Zelanda sono stati aggiunti all'elenco dei Paesi sicuri. Valido dal 6 luglio.

Ciò significa che chi proviene da tali paesi, alla frontiera non dovrà più presentare un test RT-PCR negativo al Covid-19 e non c’è nessun obbligo di isolamento e di secondo tampone.

La mappa può cambiare continuamente a seconda dello sviluppo epidemiologico nei singoli paesi. Il prossimo aggiornamento dovrebbe avvenire tra circa due settimane.

undefined

La Bulgaria e il Montenegro sono stati rimossi dall'elenco dei paesi meno rischiosi.

Dopo essere tornati dalla Bulgaria e dal Montenegro, i turisti slovacchi dovranno rimanere in isolamento per cinque giorni e quindi sottoporsi a un test di coronavirus a spese dello stato, ha informato il capo igienista Ján Mikas durante il briefing. Dovrebbero contattare le autorità sanitarie regionali in materia. Questa modifica entrerà in vigore lunedì 6 luglio.

A partire da lunedì 6 luglio, le persone provenienti da paesi “più a rischio” (secondo l’elenco delle misure dell’Autorità per la sanità pubblica) non dovranno più presentare i risultati del test COVID-19 all’ufficio regionale dell’Autorità per la sanità pubblica.

Cambiamenti nella valutazione dei paesi da un punto di vista epidemiologico:


Tra i più rischiosi entrano: Bulgaria, Montenegro

Tra i meno rischiosi entrano: Paesi Bassi, Belgio, Francia, Spagna, Italia, Australia, Corea del Sud, Cina, Nuova Zelanda

L'igienista capo Ján Mikas ha ammesso che la Repubblica Ceca e la Croazia, dove i casi quotidiani di infezione sono aumentati drasticamente negli ultimi giorni, potrebbero essere rimossi dai paesi verdi se ci fossero ulteriori aumenti significativi nel numero di nuovi casi.

Secondo il primo ministro Igor Matovič, i casi nella Repubblica ceca sono attualmente sotto controllo e concentrati a livello regionale. Ha invitato le persone che viaggiano nella Repubblica ceca a prestare particolare attenzione, soprattutto nella regione moravo-slesiana e a Praga.

In Croazia si è verificato un cambiamento molto significativo nella situazione epidemiologica.

"La situazione ha quasi il carattere di un classico corso di seconda ondata. La Croazia è già sull'orlo di un cartellino giallo, c'è un drammatico aumento", ha detto l'esperto dell'igiene Jarčuška.

 Torna alla pagina principale e leggi tutte le ultime notizie. Visita news.camit.sk

Le notizie più lette